Il Dativo – spiegazione, forme, funzione, utilizzo

Il Dativo in tedesco – spiegazione, forme, funzione, utilizzo

Funzione

In tedesco i vari elementi della frase ( soggetto, complemento oggetto ecc) possono avere diverse posizioni. Per capire chi esegue un’azione e chi invece la “riceve”, in tedesco esistono i 4 casi. Il nominativo indica il soggetto, quindi chi esegue un’azione. Il genitivo serve ad esprimere rapporti di possesso e di appartenenza ma viene spesso sostituito dalla preposizione “von” che regge il caso dativo. Il dativo e l’accusativo vengono utilizzati per identificare l’oggetto di una frase. Ci potranno essere molti complementi ma sempre solo un soggetto! Solitamente il dativo indica una persona. Il pronome interrogativo al caso dativo è “wem?”. L’oggetto che sta al dativo viene spesso chiamato complemento indiretto.

Forme Articoli

Articolo determinativoArticolo indeterminativoArticolo negativo, possessivo ecc.
Maschiledem Manneinem Mannkeinem Mann
Femminileder Fraueiner Fraukeiner Frau
Neutrodem Kindeinem Kindkeinem Kind
Pluraleden LeutenLeutenkeinen Leuten

Anche gli aggettivi sono al dativo e devono essere declinati a seconda che siano preceduti da un articolo determinativo, indeterminativo ecc.

Normalmente i nomi non subiscono variazioni, eccezion fatta per il caso genitivo. Esistono tuttavia alcuni nomi maschili che aggiungono la desinenza –n o –en al dativo.

Nomi maschili che finiscono in -e: der Junge – dem Jungen

Nomi maschili che finiscono in -ent: der Student – dem Studenten

Eccezioni sono anche: der Herr – dem Herren, der Mensch – dem Menschen

Bisogna fare però attenzione al plurale: se la parola al singolare non termina in –n o in –s, al plurale aggiunge la desinenza –n: die Lehrer – den Lehrern!

Pronomi al dativo- pronomi possessivi

Pronomi personalimaschile/ neutroFemminilePlurale
1. Persona Sg.mirmeinemmeinermeinen
2. Persona Sg.dirdeinemdeinerdeinen
3. Persona Sg. (m)ihmseinemseinerseinen
3. Persona Sg. (f)ihrihremihrerihren
3. Persona Sg. (n)ihmseinemseinerseinen
1. Persona Pl.unsunseremunsererunseren
2. Persona Pl.eucheuremeurereuren
3. Persona Pl.ihnen/Ihnenihrem/Ihremihrer/Ihrerihren/Ihren

Utilizzo del dativo

„Quando devo utilizzare il dativo?“ Per rispondere a questa domanda ti diamo quattro suggerimenti:

Verbi

In tedesco è il verbo che determina il caso del complemento. Questo significa che ci sono alcuni verbi che richiedono la presenza del caso dativo. Tali verbi costituiscono un gruppo più piccolo rispetto a quello dei verbi che reggono l’accusativo, per questo si possono imparare a memoria i verbi più diffusi. Tali verbi sono per esempio:

Helfen ( aiutare), gefallen ( piacere), passen ( andare bene), danken ( ringraziare), antworten ( rispondere), vertrauen ( fidarsi), nützen ( servire), weh tun ( far male), gratulieren ( congratularsi), gehören ( appartenere), schmecken ( piacere a), passieren ( succedere), zuhören ( ascoltare), widersprechen (contraddire) etc.

Alcuni verbi hanno bisogno di due complementi, come per „schenken”. In questo caso è sempre la persona ad essere al caso dativo. „Ich schenke dem Kind den Ball.“

Preposizioni

Ci sono anche preposizioni che reggono il caso dativo. Queste sono per esempio:

aus, bei, gegenüber, nach, von, zu, seit, mit, etc.

Alcune preposizioni, le cosiddette „Wechselpräpositionen“, reggono sia il dativo che l‘accusativo. In questo caso si usa il dativo quando si tratta di un complemento di stato in luogo, mentre si usa l’accusativo se si tratta di un complemento di moto a luogo. Tali preposizioni sono:

an, auf, hinter, in, neben, über, unter, vor, zwischen

Formule fisse

Ci sono determinate espressioni in tedesco nelle quali viene sempre utilizzato il caso dativo, per esempio: Wie geht es dir?, Mir ist kalt. ecc

Altri link interessanti

Sprachschule Aktiv München hat 4,85 von 5 Sternen | 259 Bewertungen auf ProvenExpert.com